Marina di Lesina : un cittadino marocchino non si ferma all’alt e mette in pericolo alcuni bagnanti

0
27 views

Sono bastati pochi km di inseguimento da parte dei carabinieri, dopo che la forte velocità di un’autovettura inseguita ha trovato fine corsa contro un albero, al margine della carreggiata. L’estate è iniziata e la presenza di vacanzieri e ambulanti dell’est, inizia a popolare l’area garganica , ma forze dell’ordine sempre all’allerta, per verificare il rispetto dei protocolli anti covid vigenti. E’ proprio durante una perlustrazione del territorio che i militari della stazione carabinieri di Lesina, hanno sorpreso sul luogo, un’autovettura il cui conducente a bordo praticava manovre sospette, come se stesse effettuando una ricerca. Insospettiti i militari hanno cercato di postare l’alt, ma subito dopo l’uomo ha forzato il blocco degli stessi, cercando la fuga con manovre repentine e pericolose soprattutto per i bagnanti che rientravano dalla spiaggia. L’uomo , un 33enne di origine marocchina ha cercato la fuga a piedi , allontanandosi dal veicolo non assicurato, ma immediatamente bloccato è stato identificato, accertando inoltre che non aveva mai conseguito una patente di guida .La perquisizione all’interno dell’auto ha rinvenuto strumenti atti allo scasso,successivamente sequestrati. Il giovane marocchino è stato condannato a cinque mesi di reclusione,con l’accusa di reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e violazione del codice della strada.

Angelica D’Andola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui