Blitz al comune di Alberona, interdetti due funzionari

0
48 views

Le macchine della Finanza davanti al Comune , ad Alberona, le aspettavano chi aveva segnalato una gestione familiare negli affidamenti dei lavori di manutenzione straordinaria e ordinaria dell’impianto di pubblica illuminazione . Sono arrivate stamattina . I finanzieri hanno mandato a casa due funzionari colpiti dall’iterdittiva della sospensione dell’esercizio pubblico . Sono indagati per abuso d’ufficio , falsità materiale e ideologica , insieme ad un terzo dipendente non sottoposto a misura cautelare . Avrebbero favorito due imprese locali legate da vincoli di parentela a componenti dell’Amministrazione Comunale e del Consiglio comunale. Alle due imprese sono stati liquidati affidamenti per oltre 128.000 euro, in carenza delle procedure prescritte dal Codice dei Contratti Pubblici e in assenza dei requisiti previsti per le imprese affidatarie.I finanzieri ad Alberona c’erano già stati nei giorni scorsi : avevano sentito alcuni dipendenti comunali e acquisito tutta la documentazione del caso. Nel fascicolo dell’indagine c’è scritto che le liquidazioni delle somme dovute per le prestazioni rese dall’impresa avvenivano, in spregio dei principi di buon andamento e imparzialità della Pubblica Amministrazione, senza alcuna preventiva verifica della posizione contributiva dell’impresa affidataria –mediante la reiterata falsa attestazione in istruttoria dell’insussistenza di circostanze ostative all’emissione dei mandati di pagamento, per un ammontare di di circa 78 mila euro euro, a partire dal 2015. Uno dei funzionari indagato non poteva seguire la procedura di aggiudicazione dell’appalto perché imparentato con l’impresa, quindi per evidenti conflitti di interesse. Il funzionario era stato invitato dalla Giunta e dal consilgio comunale a procedere con una nuova gara per l’affidamento del servizio. È stato inoltre accertato che, per l’affidamento dell’efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione del valore di 50mila euro, nell’istruttoria curata dall’Ufficio Tecnico del Comune è stata falsamente attestata la regolarità della documentazione di gara presentata dall’impresa poi risultata affidataria. Sempre nell’ambito della manutenzione straordinaria dell’impianto di illuminazione , i finanzieri hanno accertato vincoli di parentela tra un consigliere comunale e l’impresa aggiudicataria dei lavori La redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui