Bovino: beni per se stesso ci soldi comunali, arrestato dirigente

0
66 views

1.200.000,00 euro è la somma di cui si sarebbe impossessato un ex dirigente dei monti dauni.La Guardia di finanza , secondo alcune segnalazioni ha rilevato tramite accertamenti,un altro dipendente pubblico dell’ ente locale infedele al proprio mandato. L’ indagato negli anni che vanno dal 2018 al 2020, si sarebbe impossessato dell’ illecita somma che periodicamente veniva versata su diversi conti da parte dell’ ufficio autorizzato dallo stesso.L’ approfondimento delle indagini ha riguardato anche la situazione patrimoniale privata , verificando l’ acquisto di beni mobili e immobili, finanziamento di imprese intestate a prestanomi e gestite dal funzionario e un valore di beni di 1.218000,00 euro tra cui 2 parafarmacie un B&b,un imbarcazione , 3 autovetture e una moto; beni dal valore corrispondente al profitto dell’ex dipendente. Un profitto spalmato nello stipendio che ogni mese il dipendente dell’ente avrebbe riscosso, con entrate extra e non spettatnti, addirittura in un solo mese sarebbe riuscito a farsi accreditare indennità straordinarie pari a 41mila euro,oltre ad appropriarsi dell ‘incasso di assegni e bonifici tratti sui conti del comune a suo beneficio con causali generiche o inesistenti.Tutte le somme illecite , hanno avuto seguito anche durante la sospensione del dirigente dal proprio incarico comunale. L’operazione denominata CASSA COMUNE da parte dei militari, ha portato all’ arresto dell’indagato , al momento associato al penitenziario foggiano, dovrà rispondere di reati di peculato e autoriciclaggio,inoltre ancora in corso gli accertamenti della responsabilità patrimoniale segnalata alla procura della Corte dei Conti.

Angelica D’Andola

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui