Denunciati furbetti del reddito di cittadinanza

0
28 views

Quattordici denunciati, tra le famiglie foggiane indagate dopo alcuni accertamenti fatti dalla Guardia di Finanza. Omissioni e false dichiarazioni per percepire il reddito di cittadinanza, nonostante la mancata idoneità di requisiti. Proprietari di immobili e percettori di redditi non dichiarati ossia di disponibilità liquide derivanti da vincite di gioco.Tutti, requisiti contrastanti con il sostegno economico erogato dallo Stato e che al momento della domanda di richiesta, fino a tutta la durata del beneficio, bisogna rispettare risutando nulla tenenti.
Ammonta a 171mila euro la truffa ai danni delle casse dello Stato, quattro le famiglie con un reddito sostanziale incrementato da vincite on line nel periodo che va dal 2017 al 2019 per circa 430mila euro. In sei, hanno omesso di dichiarare i beni immobili e mobili, sette non hanno dichiarato i redditi da lavoro autonomo. In ultimo, un nucleo familiare con unica residenza per sette persone con quattro cognomi diversi che dopo aver ricevuto un primo reddito di cittadinanza, ne hanno fatto richiesta per un secondo, dichiarando il falso sia sulla composizione del nucleo familiare, sia sul patrimonio mobiliare posseduto. Somme indebitamente erogate dall ‘ente Inps, per cui sono previste pene di carcerazione che vanno da due a sei anni e da uno a tre anni, per chi omette la comunicazione all’ ente erogatore, delle variazioni di reddito del patrimonio.

Angelica D’Andola 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui