Discarica abusiva di rifiuti dalla Campania alla provincia di Foggia

0
22 views

Scoperta una vasta organizzazione criminale dedita a tonnellate di rifiuti, di cui 600 quantitativi di ecoballe indifferenziati e riconducibili come accertato dal personale Arpa Puglia e dalla Procura, a scarti tessili, di gomma e legno, concentrati dalla Campania e destinati a Puglia e Abruzzo. Lo smaltimento e il traffico illecito è stato scoperto dalla Guardia di Finanza e dal nucleo operativo dei carabinieri di Bari e Pescara. Una lunga indagine, partita dal 2018 e già pianificata nell ‘Agosto 2017 provocando cattive inalazioni nell’ area non adibita a discarica. Sei gli arrestati appartenenti all ‘organizzazione criminosa. Sigilli ai beni per un valore di 1.635000 euro, corrispondente a profitto illecito. I rifiuti provenivano da comuni della provincia di Caserta, mentre lo stoccaggio degli stessi all’ interno di capannoni industriali ubicati nella provincia di Foggia tra cui Chieti, gli scarti nascosti e ammassati in capannoni, per evitare che la discarica fosse visibile. La guardia di finanza di San severo in collaborazione con il nucleo investigativo di Bari, ha infine accertato e sequestrato, beni come: 4 compendi aziendali, 4 quote societarie 4 fabbricati 9 terreni 4 polizze vita, 38 rapporti finanziari, tutti gestiti dai vertici dell ‘organizzazione, ossia due fratelli San severesi titolari di imprese di rottame e di cui uno indagato a piede libero e l’ altro ai domiciliari, pianificando nonostante le restrizioni personali, l’ attività illecita recando gravi danni all’ambiente.

Angelica D’Andola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui