Freddata a colpi di pistola dall’ex marito

0
47 views

Un altro femminicidio dopo quello avvenuto nell’ ottobre scorso ad Ortanova a distanza di quasi un anno, un secondo, si è consumato alle porte periferiche della città di Cerignola.
Dopo le 14:00 del pomeriggio domenicale ,alla porta di Nunzia Compierchio bussa Di Meo, ex marito che a spari di pistola, punta verso Nunzia più colpi per poi scappare. Un omicidio premeditato, dove una semplice pistola a salve è stata modificata per diventare vendetta mortale . Pochi colpi fanno cadere a terra Nunzia, 41 anni, le urla disperate di uno dei suoi tre figli presente in casa con lei, corre in strada a chiedere aiuto ma il corpo della giovane mamma, non ce la fa e resta a terra senza vita. Sul posto ambulanza e polizia per raccogliere le testimonianze e ricostruire la dinamica di una scena macabra che anche questa volta ha sorpreso senza scampo la povera vittima. Sono bastati pochi minuti per raggiungere l ‘ex marito Angelo Di Meo 44enne che nel frattempo si sarebbe nascosto in casa del padre per sottrarsi dalle accuse. Una triste domenica, ha infranto i cuori dei tre figli e amareggiato e rattristato quello del vicinato e di chi ha conosciuto Nunzia, come una brava donna, semplice e che nel suo piccolo cercava di mantenere la sua famiglia, nonostante le insistenti richieste di mantenimento fatte all’ ex marito ma mai corrisposte . È così che un altra donna dopo la separazione dal suo ex, diventa vittima, lasciando tre figli che ha cresciuto con le sue umili forze. Si attende l ‘esito dell’autorità giudiziaria per l’ assassino della giovane mamma, che nella stessa giornata di ieri, dopo essere stato ascoltato dagli uomini della questura, è stato condotto nel penitenziario foggiano.

Angelica D’Andola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui