IL RAP DEI BAMBINI PER RACCONTARE LA QUARANTENA. A Parcocittá con il circolo didattico San Ciro, tra musica e danza

0
271 views

E’ Foggia Children il progetto educativo messo in scena ieri sera a Foggia, nato grazie ai fondi per il contrasto alla povertà minorile, coltivato grazie all’impegno degli alunni dell’XI circolo didattico San Ciro e alla sua dirigente Tiziana Zappatore che, con gli esperti musicali Totò Nasty e Remo Amatore, ha colorato le periferie ed il centro polivalente di Parcocittà.

19 talentuosi bambini tra i nove ed i dieci anni che hanno presentato il loro primo video musicale coronando un piccolo sogno e dando vita ad uno spettacolo apprezzatissimo e partecipato dalla ricca platea.

Un lavoro frutto di energia ed impegno, nato durante i lunghi giorni di isolamento per la quarantena e proseguito grazie ai docenti ed ai preparatori musicali per raccontare cantando la loro esperienza fatta di ore trascorse in casa tra “prigionia e tristezza” e dare sfogo alle emozioni trasformandole – grazie alla forza catartica dell’arte – in gioia di vivere ed energia.

Un percorso fatto coralmente, denso di entusiasmo ed energia che messo in luce le attitudini artistiche dei più piccoli in una dimensione collettiva dell’esperienza sonora.

La musica come vita e partecipazione “da fare insieme”, come diceva Ezio Bosso, per afferrare la bellezza di un suono o per ammirare l’armonia di un corpo in movimento.

Note universali che ieri, con il progetto voluto da Simona Padalino e prodotto da Made Communication e con i sorrisi dei giovani talenti del circolo San Ciro, ha reso magica l’atmosfera di Parcocittà , sempre più luogo di aggregazione e confronto.

Flora Baldi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui