Lucera, esonerati, percepivano bonus

0
13 views

Scoperti i truffaldini dei buoni spesa. È dopo l’ indagine partita dal nucleo della guardia di finanza di Lucera che dopo aver richiesto l’ elenco dei percettori di buoni spesa al comune, i militari hanno contestata l’indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Scoperte famiglie percettori di reddito che approfittavano del bonus spesa dedicato a chi un reddito non lo percepiva e non poteva far fronte a beni di prima necessità, inclusi generi alimentari, farmaci e parafarmaci. Il contributo da parte del governo, era rivolto a famiglie in grave disagio economico a causa dell’emergenza epidemiologica da
“Covid-19”.
10 i nuclei familiari, che hanno dichiarato il falso e percepito indebitamente il contributo assistenziale. Alcuni percepivano redditi di lavoro dipendente, altri erano percettori di pensione o di altre entrate o forme di sostegno economico pubblico, non dichiarate in sede di autocertificazione e incompatibili con l’erogazione del bonus
Ora per i furbetti, è prevista una sanzione amministrativa da 5.164 euro a 25.822 euro, comminata dal Prefetto. Le irregolarità riscontrate, sono state inoltre segnalate al Comune di Lucera per il recupero delle somme indebitamente percepite. Le attività di controllo, proseguiranno su altri Comuni della Capitanata con la collaborazione degli Enti locali e con l’impegno della Guardia di Finanza per contrastare l’ illecito nel settore della spesa pubblica, a tutela dell’economia nazionale, nell’ottica di prevenire spreco di risorse che soprattutto in questo momento, possono essere impiegate a favore di coloro sprovvisti di un entrata mensile e in condizione di reale bisogno.

Angelica D’Andola 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui