Tecnocasa minacciata da un’ordigno a San Severo

22
214 views

Sono quasi le cinque del mattino, è quasi l’alba di questa giornata, mentre la città di San Severo inizia un nuovo giorno è ancora isolata. Si attende il via vai dei veicoli e l’apertura delle attività commerciali, ma un forte boato in via Checchia Rispoli sveglia gli abitanti. È una bomba, questa volta nel mirino, una filiale tecnocasa, l’agenzia di intermediazione da decenni nota su tutto il territorio nazionale. Sul posto l’intervento dei vigili del fuoco e dei carabinieri che hanno aperto le indagini, alla ricerca di telecamere che avrebbero potuto registrare movimenti ambigui, considerando  che il locale non ne possedeva nessuna. Se si tratti del solito pizzo che fino a questi ultimi periodi ha visto coinvolto la capitanata in continua minaccia di ordigni non si sa, certo l’approccio sembra essere lo stesso. Al momento, l’ unico ad essere stato ascoltato dai militari, è il proprietario della filiale che a quanto pare non sia riuscito a fornire informazioni utili agli inquirenti non riuscendo a  dare nessuna spiegazione al motivo dell’ordigno, forse una minaccia , forse un dispetto, le ipotesi sono tante, nel frattempo mentre si quantificano i danni subiti del locale, si attende il risultato delle indagini per risalire ai responsabili dell’ attentato.

Angelica D’Andola

22 Commenti

  1. Today, I went to the beachfront with my kids. I found a sea shell and gave it to my 4 year old daughter
    and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.”
    She put the shell to her ear and screamed. There was a hermit crab inside
    and it pinched her ear. She never wants to go back!
    LoL I know this is completely off topic but I had to tell someone!
    0mniartist asmr

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui