Un grande patto tra Comuni, Regione e locatori per annullare due mesi di fitto dei locali commerciali chiusi per il Covid-19

0
2.567 views

E’ quanto propone Italia in Comune Puglia che chiede urgentemente un provvedimento deciso in merito.

“È necessario che si assicuri, entro la fine di giugno, una rinegoziazione di tutti i termini dei contratti commerciali. Se le piccole imprese chiudono avremo un’ondata di disoccupazione, proprietari immobiliari con zero entrate, Comuni più deserti e una Regione molto meno attrattiva anche a livello turistico”, evidenzia il coordinatore regionale del partito, Rosario Cusmai.

“E’ una manovra fondamentale che per essere realizzata, realisticamente, deve richiedere un sacrificio a tutte le parti coinvolte nell’interesse di tutti gli attori in causa: i proprietari immobiliari devono rinunciare a qualcosa, i Comuni concedere agevolazioni su IMU e TARI, la Regione, con fondo perduto, esattamente come accade per sostenere gli affitti delle persone disagiate, con il fondo annuale della legge regionale 109”, spiega il vicecoordinatore nazionale del partito, Michele Abbaticchio.

“Questo è l’anno della Resistenza – concludono i due esponenti “pizzarottiani” – e la Regione può destinare i fondi ordinariamente dedicati agli eventi ed agli spettacoli per sostenere l’anima stessa della filiera turistica: il commercio di beni e servizi, la ristorazione e le attività ricettive. Noi siamo disponibili a partecipare attivamente con il nostro gruppo consiliare regionale ed i nostri Sindaci, con il bagaglio esperienziale degli amministratori locali tutti, affinché si possa realizzare in tempi rapidi un atto di respiro economico immediato e di impatto positivo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui